PESCI
DI ACQUA DOLCE TROPICALE



Nomenclatura binomiale
Thayeria boehlkei
Nome comune
Pesce spezzato, pesce pinguino
Hockey stick, penguin fish, schrägschwimmer, almindelig vinkeltetra, hokejówka amazonska
Dimensione
Massima in natura 6 cm
In acquario 3 / 6 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 25° / 28° C
Durezza: 4° / 20° dGh
PH: 6,5 / 7,5
Allevamento e compatibilità in acquario
Piccolo Caraciforme della famiglia dei Characidae; era originario del bacino del Rio delle Amazzoni, Rio Araguaia e Rio Guaporé, in Brasile; per la sua particolare livrea e per la facilità dell'allevamento in acquario è ormai è allevato per il mercato dell'acquariologia in tutti i paesi del mondo.
Presenta un corpo fusiforme, molto allungato e molto compresso lateralmente; il dorso ed il ventre sono leggermente convessi; la testa, grande ed appuntita, occupa tutta la parte anteriore del corpo; la bocca è in posizione terminale ed è leggermente orientata verso l'alto; l'occhio è molto grande; il peduncolo caudale è ben distinto.
La pinna dorsale, alta e di forma triangolare, è posta al centro del dorso; dietro la pinna dorsale è presente una piccola pinna adiposa; la pinna caudale è profondamente incisa e divisa in due lobi allungati, dall'apice arrotondato; la pinna anale, trapezoidale, presenta le prime spine leggermente più lunghe e termina con un piccolo lobo posteriore dall'apice arrotondato; le pinne ventrali, triangolari, strette e lunghe, sono poste in corrispondenza della pinna dorsale; le pinne pettorali, lunghe e sottili, sono in posizione giugulare e presentano il margine arrotondato.
La livrea è di color grigio argento, con leggeri riflessi dorati, tendente al turchese sulla schiena; una banda longitudinale nera, contorniata da un leggero alone di color turchese, si prolunga dall'apice superiore dell'opercolo branchiale sino al peduncolo caudale per poi scendere lungo il lobo inferiore della pinna caudale, facendole assumere un curioso aspetto asimmetrico; il bordo anteriore della pinna anale è di color turchese mentre le altre pinne sono semi-trasparenti.
Pesce gregario e molto pacifico ma vivace; convive egregiamente in un acquario di comunità con tutti i pesci di piccola taglia e di pari indole, come gli altri Caraciformi; essendo gregario è consigliabile tenerlo in branchi di almeno 8 / 10 individui, altrimenti diventa timido e pauroso.
Molto adatto alle vasche di piccole dimensione ed arredate con una con folta vegetazione.
Pur essendo originario dell'Amazzonia è ormai allevato da generazioni in cattività ed è poco sensibile ai valori chimici dell'acqua che deve essere solo ben filtrata ed aerata, meglio se tramite un Filtro Esterno pressurizzato, con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali preceduti da una scrupolosa sifonatura del fondo per raccogliere i residui più grandi.
Prettamente carnivoro, in natura si ciba di piccoli crostacei, larve ed adulti di insetti, che caccia nella zona superiore della colonna d'acqua, in acquario accetta qualsiasi tipo di alimentazione: preferisce soprattutto chironomus surgelati o Mangime Liofilizzato ma accetta anche mangime secco in scaglie o in microgranuli.
La sua riproduzione in acquario è relativamente facile ed alla portata del principiante; occorre soltanto una vasca di piccole dimensioni con acqua a 5°dGh, 6,5 PH, 28° C, filtrata con torba attiva in granuli; il fondo deve essere ricoperto da una griglia a maglie fini, posizionata a circa 2 cm dal fondo, per evitare che i riproduttori si mangino le uova; come arredamento bastano alcuni fili di Ceratophyllum demersum avvolti a formare un gomitolo; sia le uova che dopo gli avannotti sono sensibili alla luce e, quindi, conviene che la vasca sia oscurata e posta in un luogo tranquillo.
Non è semplice distinguere i sessi; è comunque sempre meglio far formare una coppia all'interno di un branchetto e dopo averla individuata introdurre i riproduttori nella vasca da riproduzione.
Dopo intensi giochi amorosi, durante i quali il maschio insegue accanitamente la femmina che trova rifugio nelle piante, avviene la deposizione delle uova che raggiungono anche il numero di 3.000.
Finita la deposizione conviene allontanare i genitori e cambiare quanta più acqua possibile con altrettanta che abbia le stesse caratteristiche; la schiusa avviene dopo circa 12 / 18 ore; dopo 3 / 4 giorni gli avannotti hanno riassorbito il sacco vitellino e solo ora possono essere nutriti con rotiferi, parameci, infusori o con gli appositi mangimi liquidi; dopo una settimana si possono somministrare anche naupli di artemia salina fatti appositamente dischiudere.
In definitiva è una razza estremamente consigliabile sia per chi inizia a curare un acquario tropicale, che per l'esperto acquariofilo.

Hasemania Nana

Hemigrammus Erythrozonus

Hemigrammus Rhodostomus

Hemigrammus Rodway

Paracheirodon Axelrodi

Pristella Maxillaris
Indice dei Pesci di Acqua Dolce Tropicale
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster