PESCI
MARINI TROPICALI


Nomenclatura binomiale
Parma oligolepis
Nome comune
Parma grandi fiocchi
Big scale parma, big scale scalyfin, riffbarsch
Dimensione
Massima in natura 17 cm
In acquario 2 / 4 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 24° / 28° C
Densità 1022 / 1024
PH: 8,4
Allevamento e compatibilità in acquario
Piccolo Perciforme appartenente alla famiglia dei Pomacentridae; è presente nell'Oceano Pacifico sud- occidentale: Grande Barriera Corallina orientale, Isola di Lord Howe.
Presenta un corpo romboidale, abbastanza compresso lateralmente; la testa è piccola, con la bocca in posizione terminale; la bocca, relativamente piccola e protrattile, è dotata di grosse labbra carnose ed è armata di denti piccoli ma acuminati; gli occhi sono grossi ed in posizione terminale; il peduncolo caudale è tozzo ma ben distinto.
La pinna dorsale, sostenuta da 2 spine rigide e da 17 / 20 raggi molli, si estende uniformemente su tutto il dorso e termina con un piccolo lobo posteriore, leggermente rialzato e dal margine arrotondato; la pinna anale, sostenuta a sua volta da 2 spine rigide e da 13 / 15 raggi molli, ha una forma trapezoidale, allungata e dal margine fortemente arrotondato; la pinna caudale è bilobata e con gli apici appuntiti e con i rggi che fuoriescono leggermente; le pinne ventrali sono triangolari, molto allungate e con l'apice appuntito; le pinne pettorali, dalla forma trapezoidale ed il margine obliquo, somo ampie e robuste.
Gli esemplari giovani del Parma oligolepis mostrano una livrea juvenile molto differente da quella che mostrano gli individui adulti; bisogna considerare che sono gli esemplari giovani quelli più presenti nel mercato dell'acquariologia mentre quelli adulti non vengono quasi mai commercializzati.
La livrea juvenile è molto colorata; il corpo e le pinne sono di un color giallo oro, molto brillante; sulla parte posteriore di ciascun fianco è presente un grosso ocello, di color azzurro cobalto, circondato da un alone, di color turchese; dall'ocello si diparte una riga longitudinale che, sopra l'inserzione della pinna pettorale, si divide in due bracci dei quali uno arrova sino al labbro superiore mentre il secondo arriva sino alla parte superiore dell'occhio e forma anche un arco nella parte inferiore del medesimo; altre pagliuzze, sempre di color turchese, sono sparse nella parte posteriore del fianco, vicino il peduncolo caudale.
Gli esemplari adulti presentano una livrea di un color grigio su cui il bordo più scuro delle grosse squame forma un disegno romboidale; il margine della pinna anale presenta un leggero bordo, di color turchese; le pinne pettorali, semi trasparenti, presentano intensi riflessi di color azzurro cobalto.
Pesce molto robusto, vivace, purtroppo è anche abbastanza aggressivo; non è adatto alla convivenza con i suoi simili né con i pesci delle sue dimensioni; attacca anche gli invertebrati erranti di piccole dimensioni.
Necessita di una vasca di medio grandi dimensioni, in quanto è un nuotatore tra i più abili tra i Pomacentridi e nuota volentieri nella colonna d'acqua al di sopra della barriera corallina.
Resistente alle malattie ed alle cattive condizioni dell'acquario.
Per il suo ottimale mantenimento in acquario e per mantenere i suoi splendidi colori è indispensabile che l'acquario in cui è ospitato sia dotato di un potente sistema di filtraggio, meglio se realizzato tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno 4 volte la capacità dell'acquario; sono anche molto importanti frequenti ed abbondanti cambi di acqua, preceduti da un'accurata sifonatura del fondo, e regolari aggiunte di Oligoelementi e Bioelementi.
Insieme all'ottima qualità dell'acqua, ottenuta con l'uso di Sali Marini sintetici di ottima qualità ed il cui costo superiore verrà ammortizzato in poco tempo, è molto consigliabile che all'interno dell'acquario ci sia un forte flusso d'acqua, meglio se variabile nel tempo e proveniente da diverse direzioni, ottenuto con l'uso delle apposite Pompe di Movimento e di un programmatore.
Per mantenere questo nostro ospite in perfetta salute è meglio effettuare regolari trattamenti con un Ozonizzatore di adeguata portata, meglio se effettuati all'interno di un'apposito Schiumatoio, che aiuta anche a ridurre la naturale produzione di fosfati e nitrati effettuata dai batteri aerobici del filtro biologico.
In natura si nutre di alghe e di piccoli crostacei, uova e larve di pesce, piccoli policheti, briozoi, che caccia incessantemente; in acquario, una volta ben ambientato, è onnivoro, predilige il mangime surgelato, scongelato con un poco di acqua dell'acquario prima della somministrazione: Artemia salina, Chironomus, Mysis; gradisce anche il Mangime Liofilizzato ed accetta il mangime secco, in granuli di piccolo diametro o in fiocchi.
Molto adatto agli acquaridi comunità, arredati con grossi invertebrati sessili, rocce vive e madrepore sterilizzate, o per inaugurare un nuovo acquario.

Amphiprion Akindynos

Chaetodontoplus Meredithi

Valenciennea Decora

Acropora Kimbeensis

Favites Chinensis

Heliofungia Actiniformis
Indice dei Pesci Marini Tropicali
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster