PESCI
MARINI TROPICALI


Nomenclatura binomiale
Opistognathus gilberti
Nome comune
Pesce boccalone tigre
Yellow jawfish, brunnenbauer, gul kæbefisk
Dimensione
Massima in natura 7 cm
In acquario 4 / 5 cm
Valori dell'acqua
Temperatura 28° / 30° C
Densità 1022 / 1024
PH 8,4
Allevamento e compatibilità in acquario
Piccolo perciforme appartenente alla caratteristica, ristretta, famiglia degli Opistognathidae; proviene prevalentemente dall'Oceano Atlantico occidentale: Mar dei Caraibi, Isole Bahamas, Isole Barbados; Florida.
Presenta un corpo cilindrico, molto allungato ed abbastanza assottigliato, la testa è grossa, ogivale ed occupa tutta la parte anteriore del corpo; la grossa bocca è dotata di una mascella articolata e protattile e di grosse labbra carnose; gli occhi, grandi, molto mobili in maniera indipendente l'uno con l'altro, sono in posizione molto terminale; l'opercolo branchiale è molto sviluppato ed è dotato di un preopercolo articolato; il peduncolo caudale è quasi inesistente.
La pinna dorsale, sostenuta da 11 spine rigide e da 12 o 14 raggi molli, si estende su tutto il dorso, leggermente più alta posteriormente e meno anteriormente, e termina con un lungo lobo posteriore, dal margine appuntito, che arriva a sfiorare il peduncolo caudale; la pinna anale, a sua volta sostenuta da 2 spine rigide e da 13 o 14 raggi molli, si estende per gran parte del ventre e, similmente alla pinna dorsale, termina con un lungo lobo posteriore, dal margine appuntito, che giunge a sfiorare il peduncolo caudale; le pinne pettorali, dalla forma trapezoidale e dal margine molto arrotondato, sono molta ampie mentre le pinne ventrali sono molto sottili ed allungate; la pinna caudale, dalla forma appena trapezoidale ha il margine molto arrotondato.
Curiosamente gli esemplari di sesso maschile dell'Opistognathus gilberti hanno una livrea molto differente da quello degli esemplari di sesso femminile.
La livrea degli esemplari di sesso maschile è molto colorata; la testa, sin oltre l'opercolo branchiale, è di un color giallo ocra mentre il resto del corpo è di un color azzurro cielo, attraversato da alcune grosse righe trasversali di color giallo; la pinna dorsale è di color giallo con il margine distale ornato da un bordo di color turchese.
La livrea degli esemplari di sesso femminile è molto più semplice; è interamente di color grigio argento, con solo qualche macchia, di un color giallo, sulla testa; sono anche presenti un punto, di color nero, all'inizio della pinna dorsale ed una macchia, sempre di color nero, sulla pinna caudale.
Piccolo pesce molto colorato e pacifico, è adatto alla vasca di comunità con altri piccoli pesci e con gli invertebrati sessili, meno adatto alla convivenza con piccoli invertebrati erranti; in un piccolo acquario è territoriale e rissoso con i suoi simili.
Necessita di una vasca di medie dimensioni, arredata con molti invertebrati sessili, rocce vive e madrepore sterilizzate ma con un ampio spazio di sabbia sul davanti, in quanto, non avendo la vescica natatoria, staziona sul fondo, rifugiandosi frequentemente entro gallerie scavate nella sabbia, dalle quali fuoriesce solo con la parte anteriore del corpo; in caso di pericolo si rifugia completamente in una di queste gallerie e poi ne chiude l'apertura con un sasso od una conchiglia presi nelle vicinanze; spesso, a causa di presunti diritti su questi oggetti, ingaggia dei combattimenti con i suoi simili.
Resistente alle malattie, soffre invece per i valori eccessivi di nitrati e fosfati e per un valore troppo basso del PH nel qual caso perde i suoi colori.
Per il suo ottimale mantenimento in acquario è indispensabile che l'acquario in cui è ospitato sia dotato di un potente sistema di filtraggio, meglio se realizzato tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno 4 volte la capacità dell'acquario; sono anche molto importanti frequenti ed abbondanti cambi di acqua, preceduti da un'accurata sifonatura del fondo, e regolari aggiunte di Oligoelementi e Bioelementi.
Insieme all'ottima qualità dell'acqua, ottenuta con l'uso di Sali Marini sintetici di ottima qualità ed il cui costo superiore verrà ammortizzato in poco tempo, è molto consigliabile che all'interno dell'acquario ci sia un forte flusso d'acqua, meglio se variabile nel tempo e proveniente da diverse direzioni, ottenuto con l'uso delle apposite Pompe di Movimento e di un programmatore.
Per mantenere questo nostro ospite in perfetta salute è meglio effettuare regolari trattamenti con un Ozonizzatore di adeguata portata, meglio se effettuati all'interno di un'apposito Schiumatoio, che aiuta anche a ridurre la naturale produzione di fosfati e nitrati effettuata dai batteri aerobici del filtro biologico.
In natura è un pesce carnivoro, si nutre di tutti i piccoli animali che trova sul fondo come crostacei, molluschi, uova e larve di pesce, piccoli echinodermi; in acquario è di difficile ambientazione in quanto molto timoroso; sarebbe meglio acquistare un esemplare già perfettamente acclimatato da un esperto negoziante; una volta ambientato è onnivoro, predilige il mangime mangime surgelato, scongelato con un poco di acqua dell'acquario prima della somministrazione: Artemia salina, Chironomus o Mysis ma accetta anche il Mangime Liofilizzato e quello secco, in granuli o in fiocchi.
Pesce molto robusto, vivace, è molto adatto alla convivenza con pesci di barriera di tutte le altre razze, purchè relativamente piccoli e pacifici, e con gli invertebrati sessili; molto adatto ad un acquario del tipo Mini Reef, anche se gestito da un neofita.

Opistognathus Aurifrons

Opistognathus Rosenblatti

Cantherhines Macroceros

Diploria Labyrinthiformis

Heteropolypus Ritteri

Rhodactis Osculifera
Indice dei Pesci Marini Tropicali