PESCI
MARINI TROPICALI



Nomenclatura binomiale
Neoglyphidodon crossi
Nome comune
Damigella di Cross
Cross' damsel, orange damsel, demoiselle de Cross
Dimensione
Massima in natura 10 cm
In acquario 2 / 4 cm
Valori dell'acqua
Temperatura 28° / 30° C
Densità 1022 / 1024
PH 8,4
Allevamento e compatibilità in acquario
Simpatico piccolo Perciforme appartenente alla famiglia dei Pomacentridae; è presente nell'Oceano Pacifico occidentale; Mar di Banda, Isola Sulawesi ed Isole Mollucche.
Presenta un corpo romboidale, abbastanza compresso lateralmente; la testa è piccola, con la bocca in posizione terminale; la bocca, relativamente piccola e protrattile, è dotata di labbra carnose e denti piccoli ma acuminati; gli occhi sono grossi ed in posizione terminale; il peduncolo caudale è tozzo ma ben distinto.
La pinna dorsale, sostenuta da 13 spine rigide e da 14 / 16 raggi molli, si estende uniformemente su tutto il dorso e termina con un grosso lobo posteriore, leggermente rialzato e dal margine arrotondato; la pinna anale, sostenuta a sua volta da 2 spine rigide e da 13 o 14 raggi molli, ha una forma trapezoidale, allungata e dal margine fortemente arrotondato; la pinna caudale è leggermente bilobata e con gli apici arrotondati; le pinne ventrali sono triangolari, molto allungate e con l'apice appuntito; le pinne pettorali, dalla forma trapezoidale ed il margine obliquo, sono ampie e robuste.
Il Neoglyphidodon crossi ha una livrea juvenile molto differente da quella che mostra da adulto; quest'ultima è completamente di un color nero profondo, vellutato; il margine distale delle pinne è segnato da un sottile rigo, di color turchese; gli esemplari adulti non vengono quasi mai commercializzati mentre sono gli esemplari giovani che trovano posto nei nostri acquari.
La livrea juvenile è molto colorata; il corpo è di un color arancione fiammante che sfuma leggermente verso il grigio argento, in corrispondenza del ventre; una spessa riga longitudinale, di color turchese, parte da appena sopra la bocca per arrivare sino alla fine del peduncolo caudale; un altro piccolo trattino turchese sottolinea la parte inferiore dell'occhio; i margini superiore ed inferiore della pinna caudale sono dello stesso color arancione, con una bordura turchese, mentre la parte centrale è semitrasparente; anche la pinna dorsale e quella anale sono dello stesso color arancione del corpo, con il margine bordato di turchese, ma con la parte marginale dei lobi semitrasparente; le pinne ventrali sono invece di un color giallo canarino molto acceso; le pinne pettorali sono semi traparenti.
Pesce molto robusto, vivace, purtroppo è anche molto aggressivo; non è adatto alla convivenza con i suoi simili ne con i pesci delle sue dimensioni; attacca anche pesci di taglia superiore e gli invertebrati, sia sessili che erranti.
Nuotatore tra i più abili tra i Pomacentridi, necessita di una vasca di dimensioni medio grandi.
Resistente alle malattie ed alle cattive condizioni dell'acquario.
Per il suo ottimale mantenimento in acquario e per mantenere i suoi splendidi colori è indispensabile che l'acquario in cui è ospitato sia dotato di un potente sistema di filtraggio, meglio se realizzato tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno 4 volte la capacità dell'acquario; sono anche molto importanti frequenti ed abbondanti cambi di acqua, preceduti da un'accurata sifonatura del fondo, e regolari aggiunte di Oligoelementi e Bioelementi.
Insieme all'ottima qualità dell'acqua, ottenuta con l'uso di Sali Marini sintetici di ottima qualità ed il cui costo superiore verrà ammortizzato in poco tempo, è molto consigliabile che all'interno dell'acquario ci sia un forte flusso d'acqua, meglio se variabile nel tempo e proveniente da diverse direzioni, ottenuto con l'uso delle apposite Pompe di Movimento e di un programmatore.
Per mantenere questo nostro ospite in perfetta salute è meglio effettuare regolari trattamenti con un Ozonizzatore di adeguata portata, meglio se effettuati all'interno di un'apposito Schiumatoio, che aiuta anche a ridurre la naturale produzione di fosfati e nitrati effettuata dai batteri aerobici del filtro biologico.
In natura si nutre di piccoli crostacei, uova e larve di pesce, piccoli policheti, briozoi, che caccia incessantemente nella colonna d'acqua appena al di sopra della barriera corallina o tra le madrepore della stessa.
Predilige il mangime surgelato, decongelato con un poco di acqua dell'acquario prima di essere somministrato, Artemia salina, Chironomus, Mysis; gradisce anche il Mangime Liofilizzato; accetta anche il mangime secco, in fiocchi o in granuli.
Molto adatto agli acquari arredati con rocce vive sacrificabili e madrepore sterilizzate o per inaugurare un grosso acquario, appena allestito, da destinare al mantenimento di grossi pesci come il Balistes vetula od il Lutjanus sebae.

Acanthurus Dussumieri
Livrea Juvenile

Balistes Vetula

Chaetodontoplus Personifer
Livrea Juvenile

Lutjanus Kasmira

Lutjanus Sebae

Symphorichthys Spilurus
Indice dei Pesci Marini Tropicali
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster