PESCI
MARINI TROPICALI



Nomenclatura binomiale
Echidna polyzona
Echidna leihala, Muraena fascigula, Poecilophis pikei
Nome comune
Murena barrata
Barred moray, congre noir, moreia listrada, ringelmuräne, båndmuræne, mурена-ехидна леопардовая, широкополосая, mурена-ехидна зебра малая, シマアラシウツボ
Dimensione
Massima in natura 100 cm
In acquario 25 / 35 cm
Valori dell'acqua
Temperatura 28° / 30° C
Densità 1022 / 1024
PH 8,4
Allevamento e compatibilità in acquario
Caratteristico Anguilliforme appartenente alla famiglia dei Muraenidae; è largamente diffuso nell'Oceano Indiano e nell'Oceano Pacifico, dalle coste africane orientali sino alle coste americane occidentali; è presente anche nel Mar Rosso meridionale.
Presenta una forma sinuosa del corpo tipica della famiglia: estremamente allungato, appena compresso lateralmente; la testa ad ogiva occupa tutta la porzione anteriore del corpo; la bocca è ampia con mascelle articolate armate di denti conici molto aguzzi e leggermente rivolti verso il retro della gola; nella gola sono presenti altre due mascelle faringee dotate anche esse di denti conici; il movimento alternato di queste due serie di mascelle permette all'Echidna polyzona di inghiottire senza sforzo grossi bocconi; sul muso sono presenti quattro narici tubolari; quelle anteriori, rivolte verso il davanti, sono molto più lunghe delle posteriori; gli opercoli branchiali sono ridotti a due semplici orefizi dotati di un semplice muscolo a sfintere, è la bocca che provvede a creare il movimento dell'acqua attraverso le branchie; la pelle è nuda, priva di squame, e ricoperta da un'abbondante secrezione di muco, ricco di sostanze irritanti.
Come tutte le murene anche l'Echidna polyzona non possiede pinne raggiate; è solo presente una piega cutanea, molto mobile, che dal dorso continua sul perimetro sino all'ano posto sul lato ventrale.
La livrea è molto particolare: il colore di base è il giallo oro o il crema o il bianco sporco; su tutto il corpo sono presenti delle barre verticali, dritte o a forma di "Y" rovesciata o a forma di "W", di color marrone o viola scuro; le zone chiare sono fittamente puntinate del medesimo colore delle barre; l'iride è circondato da un bordo turchese.
Non è un grande nuotatore e preferisce restare sull'imboccatura della tana controllando tutto quello che succede nei paraggi, pronto ad arretrare in caso di pericolo o di uscire se avverte l'odore di un buon bocconcino; nel qual caso nuota con un lento movimento sinuoso.
A causa del suo appetito sporca molto per cui, per il suo ottimale mantenimento in acquario e per mantenere i suoi splendidi colori, è indispensabile che l'acquario in cui è ospitato sia dotato di un potente sistema di filtraggio, meglio se realizzato tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno 4 volte la capacità dell'acquario; sono anche molto importanti frequenti ed abbondanti cambi di acqua, preceduti da un'accurata sifonatura del fondo, e regolari aggiunte di Oligoelementi e Bioelementi.
Insieme all'ottima qualità dell'acqua, ottenuta con l'uso di Sali Marini sintetici di ottima qualità ed il cui costo superiore verrà ammortizzato in poco tempo, è molto consigliabile che all'interno dell'acquario ci sia un forte flusso d'acqua, meglio se variabile nel tempo e proveniente da diverse direzioni, ottenuto con l'uso delle apposite Pompe di Movimento e di un programmatore.
Per mantenere questo nostro ospite in perfetta salute è meglio effettuare regolari trattamenti con un Ozonizzatore di adeguata portata, meglio se effettuati all'interno di un'apposito Schiumatoio, che aiuta anche a ridurre la naturale produzione di fosfati e nitrati effettuata dai batteri aerobici del filtro biologico.
In natura è un abile predatore; caccia preferibilmente di notte, infilandosi nelle più sottili fenditure alla ricerca di piccoli pesci, cefalopodi o crostacei che rappresentano il suo alimento principale; molto vivace, non esita ad uscire dall'acqua per raggiungere le pozze delle scogliere.
In acquario è inizialmente molto difficile da ambientare, può stare senza mangiare intere settimane; per questo motivo è consigliato acquistare esemplari già perfettamente ambientati da un esperto negoziante; una volta ambientato accetta voracemente mangime surgelato, preventivamente decongelato con un poco di acqua dell'acquario, prima di essere somministrato; gradisce soprattutto i pesciolini ma divora anche gamberetti o polpa di cozze; è consigliato avvicinargli i bocconi alla bocca con una apposita pinza, in maniera da evitare dolorosi morsi.
Non aggredisce pesci che non può inghiottire quindi è relativamente pacifico nei confronti di pesci grandi con i quali convive perfettamente.
E' quindi molto adatta ad acquari con ambientazione formata da rocce o madrepore sterilizzate, popolati da grossi pesci come l'Anisotremus virginicus od il Lutjanus sebae.
Uniche avvertenze, per il suo mantenimento in acquario, consistono nel porgere attenzione agli eventuali morsi, che possono essere molto dolorosi, nel considerare che il muco secreto dalla pelle è molto irritante ed è quindi consigliabile lavarsi bene le mani dopo averlo toccato durante un intervento di manutenzione e nel tener presente che può uscire dalla vasca che, quindi, questa deve essere chiusa da un vetro o da una griglia a maglie fitte.

Cephalopholis Miniata

Dendrochirus Biocellatus

Diodon Holocanthus

Lutjanus Sebae

Melichthys Vidua

Pterois Antennata
Indice dei Pesci Marini Tropicali
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster