PESCI
DI ACQUA DOLCE TROPICALE


Nomenclatura binomiale
Xiphophorus hellerii
Xiphophorus helleri, Xiphophorus hellerii guentheri, Xiphophorus helleri strigatus, Xiphophorus helleri helleri, Xiphophorus helleri brevis
Nome comune
Portaspada selvatico, portaspada verde
Wild swordtails, green swordtails
Dimensione
Massima in natura 12 cm
In acquario 8 / 10 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 24° / 28° C
Durezza: 15° / 35° dGh
PH: 7 / 8,5
Allevamento e compatibilità in acquario
Ciprinodontiforme della famiglia dei Poeciliidae; è originario del Centro America: frequenta le foci dei fiumi e le lagune sulla costa dell'Oceano Atlantico in Messico, Honduras, Guatemala e Belize; la forma selvatica è poco allevata ma viene utilizzata come base genetica per numerose varietà di allevamento, molto importanti per il mercato dell'acquariologia.
Notevoli sono le differenze, a livello somatico, tra gli esemplari di sesso maschile rispetto e quelli di sesso femminile.
Gli esemplari adulti di sesso maschile presentano un corpo fusiforme, molto allungato, gonfio all'altezza del ventre e molto compresso lateralmente nella zona posteriore; la testa è grande ed appuntita; gli occhi sono grandi e posti molto avanti; la bocca, larga, è in posizione supera-terminale; il peduncolo caudale è tozzo e poco distinguibile.
La pinna dorsale, di forma trapezoidale, è sostenuta da 11 / 14 raggi molli, con i primi 2 o 3 semplici ed i successivi ramificati all'estremità; la pinna dorsale termina con un lobo posteriore che si adagia sul dorso; la pinna caudale ha una forma trapezoidale stretta, a pennello, con l'apice inferiore che si prolunga in un lungo lobo appuntito; la pinna anale si è trasformata in un gonopodio uncinato che permette di fecondare internamente gli individui di sesso femminile; le pinne ventrali, triangolari, sono poste un poco avanti alla corrispondenza della pinna dorsale; le pinne pettorali, trapezoidali e con il margine obliquo, sono appena sotto la linea mediana, un poco distanti dall'opercolo branchiale.
La livrea degli esemplari adulti di sesso maschile è poco colorata ed appariscente: il dorso è di un color verde oliva, molto leggero, con il fianco di un color grigio turchese slavato ed il ventre di color grigio argento; lungo la linea mediana, dall'occhio sino al peduncolo caudale, corre una riga di color viola; a volte, sul dorso o sul fianco sono presenti piccole macchie irregolari, di color nero; la parte mediana del lungo lobo della pinna caudale è colorata di turchese mentre i margini sono colorati di nero; le altre pinne sono semi-trasparenti con riflessi turchese od ocra.
Gli esemplari giovani, fino ai 4 o 5 mesi di vita, e quelli adulti di sesso femminile presentano un corpo fusiforme, molto allungato, quasi cilindrico all'altezza del ventre e molto compresso lateralmente nella parte posteriore; la testa è grande ed appuntita; gli occhi sono grandi e posti molto avanti; la bocca, larga, è in posizione supera-terminale; il peduncolo caudale è snello e ben distinguibile.
Rispetto agli esemplari adulti quelli giovani di sesso maschile, fino ai 4 o 5 mesi di vita, e quelli di sesso femminile hanno la pinna anale, di forma trapezoidale, sostenuta da 8 / 10 raggi molli, con i primi 2 o 3 semplici ed i successivi ramificati all'estremità, mentre la pinna caudale ha una forma trapezoidale, leggermente più allargata, e con il margine distale arrotondato.
La livrea degli esemplari giovani e di quelli di sesso femminile è di un color grigiastro, con qualche riflesso turchese, lungo la linea laterale sono presenti una o più sottili righine di un color marroncino scuro o viola spento; le pinne sono semi-trasparenti con leggeri riflessi di color turchese.
Dalla forma originaria sono state selezionate numerose varietà di allevamento dalla livrea molto più colorata ed appariscente, molto importanti e diffuse nell'acquariologia.
Pesce pacifico e gregario; preferisce vivere in branchi numerosi, anche in compagnia di altri Pecilidi, come Xiphophorus maculatus, Poecilia latipinna, Poecilia reticulata, Poecilia sphenops, Poecilia velifera e di pesci con un carattere ed esigenze similari.
Molto robusto e poco esigente; necessita solo di una vasca di medie dimensioni; l'acquario dovrebbe essere arredato con molte rocce e legni di torbiera che usa come nascondigli; gradisce una vasca fittamente piantumata; sono da preferire piante robuste in quanto tende a smangiucchiare le foglie più tenere. l'acqua deve essere quella del rubinetto, dura ed alcalina, senza alcun trattamento; solo occasionalmente occorre aggiungere un 10% di acqua marina sintetica, ottenuta preferibilmente con Sali Marini sintetici.
Non ha particolari esigenze per quanto riguarda gli altri valori dell'acqua che deve essere solo molto ben filtrata ed ossigenata, meglio se tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali, preceduti da una scrupolosa sifonatura del fondo per raccogliere i residui più grandi.
Onnivoro; in natura si nutre di larve di insetti, piccoli crostacei, vermi, aiutato in questo dalla larga bocca con cui setaccia la superficie, di alghe e frammenti di piante che strappa dalla superfici sommerse; in acquario accetta volentieri qualsiasi tipo di alimentazione: preferisce chironomus surgelati o Mangime Liofilizzato ma apprezza anche mangime secco in scaglie o in granuli; gradisce molto la verdura fresca: lattuga, spinaci appena scottati, rotelle di zucchina e di banana.
Pesce ovoviviparo che si riproduce molto facilmente anche nell'acquario di comunità; gli accoppiamenti avvengono in continuazione in tutta la popolazione di Xiphophorus helleri senza preferenze tra coppie fisse o colori della livrea; il maschio nuota a fianco della femmina e con il gonopodio introduce lo sperma all'interno della cavità urogenitale della femmina fecondandone le uova.
Dopo l'accoppiamento la femmina ha circa 24 / 30 giorni di gestazione, che viene evidenziata dal progressivo rigonfiamento della parte posteriore del ventre; terminata la gestazione espelle un gran numero di piccoli avannotti già completamente formati ed autosufficienti.
Per ottenere un numero considerevole di piccoli occorre però farla partorire una sala parto apposita, altrimenti i piccolissi avannotti verrebbero mangiati dagli adulti, compresi i loro stessi genitori che non li riconoscono.
Nella sala parto i piccoli vanno inizialmente nutriti con naupli di artemia e mangimi specifici per avannotti di ovovivipari; quando hanno raggiunto una taglia di circa un centimetro e mezzo possono essere considerati adulti e possono essere nutriti con il normale mangime.
E' un pesce che per la facilità dell'allevamento e la bellezza della sua livrea, non dovrebbe mai mancare nell'acquario del neofita.

Xiphophorus Hellerii
Varietà Marlboro Rosso

Xiphophorus Hellerii
Varietà Rosso Arancio

Xiphophorus Hellerii
Varietà Tuxedo Arancio

Xiphophorus Hellerii
Varietà Tuxedo Rosso

Xiphophorus Hellerii
Varietà Verde

Xiphophorus Hellerii
Varietà Wagtail
Indice dei Pesci di Acqua Dolce Tropicale
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster