PESCI
DI ACQUA DOLCE TROPICALE




Nomenclatura binomiale
Pelvicachromis pulcher
Pelvicachromis kribensis, Pelvicachromis aurocephalus, Pelvicachromis camerunensis, Pelvicachromis sacramontis, Pelmatochromis subocellatus
Nome comune
Ciclide pancia rossa
Purple cichlid, parrot cichlid, rainbow cichlid, purpurprachtbarsch, königscichlide, palettikala, palettcichlid
Dimensione
Massima in natura 11 cm
In acquario 6 / 8 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 24° / 26° C
Durezza: 5° / 20° dGh
PH: 6 / 7,5
Allevamento e compatibilità in acquario
Perciforme, molto appariscente, appartenente alla famiglia dei Cichlidae; proviene originariamente dall'Africa centro occidentale: delta del fiume Niger, in Benim, Camerun e Nigeria; per la sua bellezza e per la facilità di allevamento è ormai riprodotto ed allevato diffusamente sia dagli appassionati che dagli allevatori professionisti per il mercato dell'acquariologia.
Presenta un corpo robusto, fusiforme, appena compresso lateralmente; la testa è appuntita, con la fronte leggermente convesa, a testa di ovino; gli occhi, relativamente grandi, sono posti molto in avanti e formano un leggero dosso sulla fronte; davanti agli occhi vi sono due narici a fossetta con funzioni olfattive; la bocca, grande e con le labbra carnose, è in posizione sub-terminale; all'interno della cavità orale i denti, monocuspidati e particolarmente aguzzi, sono posti su entrambe le mascelle in 4 o 5 file parallele; all'interno vi è anche una seconda coppia di mascelle faringee; l'opercolo branchiale è provvisto di un largo pre-opercolo articolato; la linea laterale è divisa in due parti con quella anteriore che forma un piccolo arco e quella posteriore dritta; il peduncolo caudale è sottile e ben distinto.
La pinna dorsale, trapezoidale e sostenuta da 14 / 17 spine rigide e da 8 / 10 raggi molli, si estende su gran parte del dorso e termina con un lungo lobo dall'apice appuntito e notevolmente rialzato; la pinna caudale, dalla larga forma a delta, ha il margine arrotondato; la pinna anale, trapezoidale e sostenuta da 3 spine rigide e da 6 / 8 raggi molli, termina con un lungo lobo posteriore dall'apice appuntito ed allungato; le pinne ventrali, falciformi, sono poste in corrispondenza della fine dell'opercolo branchiale e terminano con un apice allungato ed appuntito; le pinne pettorali, trapezoidali, sono poste sotto la linea mediana.
La livrea è particolarmente colorata; il corpo è di un color giallo dorato, con il dorso leggermente più scuro, di color verde oliva, marrone testa di moro o nero; il ventre è di color grigio argento o rosa; una spessa banda longitudinale, di color nero o marrone testa di moro, congiunge la bocca con la fine del peduncolo caudale e procede oltre, sull'intera pinna caudale; la pinna dorsale è scura, con il margine distale coperto da una larga banda di color turchese anteriormente e giallo o arancione posteriormente, che, sull'apice, porta alcune macchie circolari di color nero; la parte superiore della pinna caudale è di color giallo o arancione con altre macchie circolari di color nero; la parte inferiore della pinna caudale e la pinna anale sono di un color grigio-azzurro o giallo-verde; le pinne ventrali, di color rosa, presentano sul margine anteriore una duplice riga di color turchese e nero.
Vi sono evidenti differenze tra gli esemplari di sesso maschile e quelli di sesso femminile; quest'ultimi, generalmente più piccoli e tozzi, presentano gli apici delle pinne meno appuntiti e prolungati; inoltre il ventre è di color rosso fuoco invece che rosa, specialmente quando sono pronti per la deposizione delle uova.
E' un pesce robusto, relativamente pacifico ma i maschi sviluppano un istinto decisamente territoriale; è abbastanza adatto alla convivenza con pesci più piccoli, come caracidi o ciprinidi.
Necessita di una vasca di media grandezza, arredata con molte piante robuste, legni e rocce disposti in modo da creare dei nascondigli, sono anche molti indicati dei piccoli vasi in terracotta inclinati su di un fianco o dei mezzi gusci delle noci di cocco.
Non ha particolari esigenze per quanto riguarda i valori chimici dell'acqua che deve essere solo ben filtrata ed ossigenata, meglio se tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno due volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali, preceduti da una scrupolosa sifonatura del fondo per raccogliere i residui più grandi.
Specie prevalentemente carnivora; in natura si ciba di piccoli crostacei, molluschi, anellidi, larve di insetto; in acquario predilige artemie e chironumus surgelati; accetta anche Mangime Liofilizzato e mangimi secchi in scaglie o piccoli granuli
Riproduzione relativamente facile e possibile anche in acquario di comunità; è abbastanza facile riconoscere i sessi ma conviene sempre far formare una coppia affiatata in un piccolo gruppo formato da 6 / 10 giovani esemplari.
Entrambi i genitori curano assiduamente le uova che vengono deposte all'interno di una cavità, come ad esempio un vasetto di terracotta o una noce di cocco.
Anche dopo la schiusa delle uova, che avviene dopo tre o quattro giorni, i genitori seguono i piccoli avannotti, affannandosi in intense cure parentali, proteggendoli dagli altri pesci e riparandoli entro buche scavate nella sabbia del fondale.
Per i primi periodi di vita gli avannotti possono essere nutriti, più volte al giorno, con naupli di artemia salina fatti piovere con un tubicino sul branchetto.
E' un pesce molto consigliato per un acquario di comunità curato da un neofita senza grandi esperienze.

Pelvicachromis Pulcher
Varietà Albina

Pelvicachromis Subocellatus

Pelvicachromis Taeniatus

Anomalochromis Thomasi

Nanochromis Nudiceps

Nanochromis Parilus
Indice dei Pesci di Acqua Dolce Tropicale
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster