PESCI
DI ACQUA DOLCE TROPICALE

Nomenclatura binomiale
Nanochromis nudiceps
Nannochromis nudiceps, Pseudoplesiops nudiceps
Nome comune
Ciclide nano del Congo
Нанохромис лазоревый, sinipalettikala
Dimensione
Massima in natura 8 cm
In acquario 4 / 6 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 24° / 28° C
Durezza: 2° / 10° dGh
PH: 5 / 7
Allevamento e compatibilità in acquario
Piccolo Perciforme appartenente alla famiglia dei Cichlidae; proveniente originariamente dall'Africa centro occidentale: bacino imbrifero del medio corso del fiume Congo, palude di Malebo, nei pressi delle rapidi di Kinsuka; è relativamente delicato e per questo motivo è raramente allevato per l'acquariologia.
Presenta un corpo fusiforme, snello e leggermente allungato, appena compresso lateralmente; la testa, relativamente grande, è appuntita; la fronte è leggermente convessa, tanto da far assumere alla testa un curioso aspetto ovino; gli occhi sono grandi e lievemente sporgenti; davanti agli occhi è presente una coppia di narici a fossetta con funzione olfattiva; la bocca, grande e con le labbra particolarmente carnose, è posta in posizione sub-terminale; all'interno della cavità orale è presente un'ulteriore coppia di mandibole faringee; l'opercolo branchiale è fornito di un preopercolo branchiale che si prolunga in una gorgera; il peduncolo caudale è tozzo ma ben distinto.
La livrea non è particolarmente colorata; il fianco è di un color grigio argento con il ventre leggermente rosato o violaceo ed il dorso di color verde oliva; una macchia, di un leggero color turchese, copre l'opercolo branchiale e la zona del fianco ad esso più prossima; la pinna dorsale presenta sul margine distale una bordura di color bianco e nero che prosegue anche sul margine superiore della pinna caudale; la pinna caudale presenta inoltre, nella parte superiore, delle barre longitudinali di color bianco e, nella parte inferiore dei riflessi di color azzurro; anche la pinna anale presenta dei riflessi di color azzurro.
E' un pesce di piccole dimensioni, relativamente pacifico ma decisamente territoriale; è abbastanza adatto alla convivenza con pesci della sua taglia, come gli altri ciclidi nani africani o leggermente più piccoli, meno con altri esemplari della stessa specie.
Necessita di una vasca di media grandezza, arredata con piante robuste, molti legni e rocce per fare grotte e nascondigli; non è particolarmente esigente per quanto riguarda i valori dell'acqua che deve essere tenera, leggermente acida, ben ossigenata e filtrata, meglio se mediante un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali, preceduti da una scrupolosa sifonatura del fondo per raccogliere i residui più grandi.
Quasi esclusivamente carnivoro, in natura si nutre della piccola fauna che trova nel fondale, vermi, crostace, insetti, uova e larve di pesce; in acquario preferisce mangime surgelato, artemie e, preferibilmente, chironomus; gradisce anche il Mangime Liofilizzato; qualche volta accetta il mangime secco in scaglie o in granuli.
La riproduzione è abbastanza facile e possibile anche in acquario di comunità; i genitori curano assiduamente le uova che depongono all'interno di cavità, come ad esempio un vasetto di terracotta o una noce di cocco, svuotata ed aperta; successivamente dopo la schiusa delle uova, seguono anche i piccoli, affannandosi in intense cure parentali, proteggendo gli avannotti dagli altri pesci; per evitare continui scontri o per aumentare il numero dei nuovi nati conviene effettuare la riproduzione in un acquario dedicato ad un'unica coppia.
E' facile distinguere il sesso dei riproduttori ma è comunque meglio far formare una coppia affiatata entro un gruppo di cinque, sei giovani individui.
Trovata la coppia la si introduce in una vasca dalla capacità di circa 50 litri, arredata con rocce, legni di torbiera ed una noce di cocco o un vasetto; non occorre inserire delle piante; l'acqua della vasca deve essere molto tenera ed acida, non è necessario ma sicuramente utile un filtraggio con torba attiva in granuli.
Dopo la deposizione, che avviene sul soffitto della tana, le uova si schiudono in due, tre giorni, una temperatura elevata accelera il processo ma rende più nervosi i riproduttori che potrebbero mangiare le uova; dopo una settimana circa i piccoli nuotano liberamente nella vasca attentamente sorvegliati dai genitori che, in caso di pericolo, li proteggono entro piccole buche scavate nella sabbia.
Per i primi giorni di vita è consigliabile nutrire gli avannotti più volte al giorno con naupli di artemia salina fatti schiudere all'uopo; quando raggiungono una taglia di 2 o 3 centimetri si possono tranquillamente nutrire come gli adulti.
In definitiva è una specie abbastanza adatta all'acquario di un acquariofilo alla sue prime esperienze.

Nanochromis Parilus

Anomalochromis Thomasi

Pelvicachromis Pulcher

Pelvicachromis Pulcher
Varietà Albina

Pelvicachromis Taeniatus

Steatocranus Casuarius
Indice dei Pesci di Acqua Dolce Tropicale
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster