PESCI
DI ACQUA DOLCE TROPICALE


Nomenclatura binomiale
Epalzeorhynchos frenatus 'Albino'
Epalzeorhynchos frenatum, Epalzeorhynchus frenatus, Labeo frenatus, Labeo erythrura, Labeo erythrurus, Labeo munensis
Nome comune
Squaletto albino pinne rosse
Red fin shark, albine shark
Dimensione
Massima in natura 15 cm
In acquario 6 / 14 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 24° / 28° C
Durezza: 8° / 25° dGh
PH: 6,5 / 7,5
Allevamento e compatibilità in acquario
Varietà di allevamento di un piccolo cipriniforme appartenente alla famiglia Cyprinidae; proviene in origine dal sud est asiatico: bacini fluviali dei fiumi Mae Klong, Chao Phraya e Mekong, nel Laos, Cambogia e Thailandia settentrionale ; questa varietà di allevamentoi è intensamente riprodotta ed allevata in cattività.
Presenta un corpo dalla caratteristica forma a squalo; fusiforme, molto allungato, con il dorso decisamente convesso ed il ventre piatto; la testa è relativamente piccola ed appuntita; gli occhi sono grandi; davanti agli occhi vi è una coppia di narici tubolari, con funzioni olfattive; la bocca è in posizione ventrale; sul labbro superiore è presente una coppia di bargigli ed un'altra coppia è posta sull'angolo della bocca; il peduncolo caudale è lungo e fino ma senza soluzione di continuità con il corpo.
La pinna dorsale, tipicamente squaliforme, è sostenuta da 10 / 13 raggi molli, con i primi 4 semplici e molto sviluppati in altezza ed i successivi ramificati e più corti a decrescere uniformemente; la pinna dorsale è posta al centro del dorso e termina con un lungo lobo posteriore che sfiora il peduncolo caudale; la pinna caudale, larga e trapezoidale, presente il margine posteriore profondamente inciso e diviso in due lobi simmetrici con gli apici appuntiti; la pinna anale, triangolare, è sostenuta da 7 / 9 raggi molli, con i primi 3 semplici ed allungati ed i successivi ramificati e più corti; le pinne ventrali, molto ampie e triangolari, sono poste più indietro dellinserzione della pinna dorsale; le pinne pettorali, trapezoidali, sono in posizione giugulare.
La livrea è molto particolare; tutto il corpo è di un color rosa chiaro con sfumature rossastre; l'occhio appare completamente rosso, per via della trasparenza dell'iride che lascia intravvedere la retina irrorata dal sangue; sull'apice superiore dell'opercolo branchiale è presente un piccolo punto di color rosso vivo; la pinna caudale è di un bel color rosso acceso mentre le altre pinne sono di color arancione acceso; negli esemplari di sesso maschile la pinna anale ha il margine distale ornato da un bordo di color nero.
Pesce molto robusto ma abbastanza aggressivo e territoriale; specialmente da adulto tollera poco i suoi simili ed è aggressivo anche con le altre specie presenti nell'acquario; è adatto a grandi acquari, in compagnia di pesci robusti, in una vasca arredata con molte rocce, legni di torbiera, anforette, noci di cocco che utilizza come nascondigli.
Dimostra una particolare antipatia per gli esemplari di Yasuhikotakia modesta, probabilmente per via delle livrea molto simile.
Praticamente onnivoro; in natura si ciba di tutto quello che gli capita, residui vegetali, piccoli crostacei, vermi, insetti e loro larve, molluschi, uova ed avannotti di pesci; in acquario gradisce molto il mangime surgelato, artemia e chironomus, ma accetta volentieri anche il Mangime Liofilizzato, come le apposite sfoglie di alghe, secco in scaglie e granuli; non devono mancare anche vegetali freschi come foglie di lattuga e rotelle di banana; viene spesso venduto come un pesce pulitore ma in effetti non svolge un gran lavoro.
Non ha particolari esigenze per quanto riguarda i valori chimici dell'acqua che deve essere solo ben filtrata ed ossigenata, meglio se tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno due volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali preceduti da una scrupolosa sifonatura del fondo per raccogliere i residui più grandi.
La riproduzione è possibile in un grosso acquario dedicato esclusivamente ad una coppia; non è facile distinguere i sessi ed è conveniente far formare una coppia affiatata nell'acquario di comunità.
La vasca da riproduzione va riempita con acqua molto tenera e leggermente acida; l'arredamento dovrebbe essere composta da rocce, legni di torbiera e vasi di terracotta; l'illuminazione deve essere scarsa o addirittura assente.
Dopo la deposizione, che avviene all'interno di un vaso, occorre togliere la femmina; è il maschio che si occupa del nido e della prole; la schiusa avviene dopo circa 48 ore e dopo altre 48 / 72 ore gli avannotti hanno riassorbito il sacco vitellino e nuotano liberamente; solo ora possono essere nutriti con infusori, rotiferi e parameci oppure con gli appositi mangimi liquidi; dopo una settimana si possono somministrare anche naupli di artemia salina.

Epalzeorhynchos Bicolor

Epalzeorhynchos Frenatus

Botia Striata

Trichopodus Leerii

Trichopodus Trichopterus
Varietà Cosby

Trichogaster Fasciata
Indice dei Pesci di Acqua Dolce Tropicale
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster