PESCI
DI ACQUA DOLCE TROPICALE

Nomenclatura binomiale
Austrolebias alexandri
Cynolebias alexandri
Nome comune
Rivulo del Rio Entre
Entre Rio Pearl Fish
Dimensione
Massima in natura 9 cm
In acquario 4 / 6 cm
Valori dell'acqua
Temperatura: 22° / 28° C
Durezza: 5° / 12° dGh
PH: 6,5 / 7
Allevamento e compatibilità in acquario
Piccolo ciprinodontiforme appartenente alla famiglia dei Rivulidae; proviene originariamente dal Sud America: bacino del Fiume Uruguay, Rio Entre, Argentina, Brasile, Uruguay.
Il corpo, fusiforme, è piuttosto pingue e poco allungato; la testa è ogivale ed occupa quasi tutta la parte anteriore; la testa è raccordata da una fronte ed una gola leggermente convesse; la bocca è grande, in posizione terminale e orientata verso l'alto; il peduncolo caudale è largo e quasi indistinguibile.
Le pinne dorsale ed anale sono situate molto indietro nel corpo, si estendono sino al peduncolo caudale, sono abbastanza sviluppate in altezza ed hanno gli apici squadrati; la pinna caudale, anch'essa sviluppata, ha una forma trapezoidale ed il margine tondeggiante; le pinne pettorali sono relativamente sviluppate; le pinne ventrali sono ridotte a due piccoli triangoli appena accennati.
Questa specie presenta uno spiccato dimorfismo sessuale: la livrea del maschio è decisamente evidente, su un fondo celeste o turchese con riflessi verdastri sono presenti da sette ad undici righe trasversali scure, nere o color mattone; le pinne dorsale, anale e caudale sono invece cosparse di piccoli punti bianchi o turchesi; la pinna caudale e l'anale sono anche bordate di turchese; l'occhio è percorso da una sottile riga trasversale e sull'opercolo branchiale è visibile una macchia irregolare turchese.
La livrea della femmina è di un anonimo marrone chiaro con puntini grigiastri.
E' un pesce molto pacifico e timido anche se i maschi sono un poco rissosi tra di loro; da tenere in piccoli gruppi entro acquari dedicati, di piccola o media grandezza, arredati con un fondale di torba, qualche legno di torbiera ed una abbondante vegetazione
Per un buon mantenimento di questi pesci è consigliabile una vasca non troppo piccola con una illuminazione non troppo intensa; i valori chimici dell'acqua dovrebbero essere intorno ai 6° dGh e 6,5° PH, è consigliabile un buon filtraggio, meglio se effettuato tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; a volte può essere utile un piccolo Filtro Interno caricato con torba in granuli per mantenere costante il PH e la durezza.
Utile, ma non necessario per il mantenimento l'aggiunta all'acqua di estratti umici di torba liquida.
Molto compatibile, sia per necessità che per indole, con pesci di piccole dimensioni ed altrettanto tranquilli, tipo Caracidi, come il Paracheirodon axelrodi o l'Hasemania nana; sia in natura che in acquario la durata della vita è generalmente di un solo anno, raramente arriva ai due anni.
Praticamente insettivoro in natura, in acquario accetta mangime surgelato, artemie e, preferibilmente, chironomus qualche volta anche il Mangime Liofilizzato o il secco in scaglie.
La riproduzione è difficile da realizzare ma possibile in un acquario dedicato solo ad un maschio e qualche femmina; la vasca, della capacità di circa venti litri con acqua dalla durezza 5° / 6° dGh e PH 6 / 6,5 e temperatura compresa tra i 20° ed i 22° C, deve essere arredata solamente con uno spesso strato di torba filamentosa oppure lana sintetica grossolana; le uova sono molto sensibili alla luce e quindi conviene che le pareti siano oscurate e l'acquario sia sistemato in un posto molto buio e tranquillo.
Dopo la deposizione, che avviene nel substrato si allontanano i riproduttori, si toglie tutta l'acqua e si conserva il substrato in condizioni di umidità non troppo elevata ed ad una temperatura di 23°/25° C. per circa dodici settimane.
Passato il periodo di attesa, corrispondente al naturale periodo di siccità dei luoghi di origine, si reimmette l'acqua con i valori precedentemente indicati e si aspetta la schiusa delle uova.
Dopo la schiusa gli avannotti vanno alimentati con infusori e Cyclops, dopo qualche giorno anche con naupli di artemia salina fatti schiudere apposta o con gli appositi mangimi in polvere.

Paracheirodon Axelrodi

Paracheirodon Innesi

Hasemania Nana

Hemigrammus Rodwayi

Hyphessobrycon Herbertaxelrodi

Hyphessobrycon Amandae
Indice dei Pesci di Acqua Dolce Tropicale
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster