INVERTEBRATI
MARINI TROPICALI




Nomenclatura binomiale
Zoanthus vietnamensis
Nome comune
Zoanthus bottone rosa
Pink button zoanthid
Dimensione
Valori dell'acqua
Temp. 24° / 27° C
Densità 1022 / 1024
PH 8,4
Allevamento e compatibilità in acquario
Piccolo Antozoo della sottoclasse degli Hexacorallia, famiglia deglii Zoanthidea; è presente nell'Oceano Pacifico centrale: Mar Cinese Meridionale, Vietnam, Isola di Palawan, Isole Paracel.
Antozoo sessile e coloniale, privo di uno scheletro in carbonato di calcio; ogni singolo individuo presenta un disco adesivo, detto piede, con cui si fissa ad un substrato duro, una roccia od una madrepora; dal piede si innalza un corpo cilindrico, detto colonna e formato da due strati di tessuto epiteliale, lo strato interno è chiamato Endoderma o Gastroderma mentre quello esterno Ectoderma, separati da un terzo strato, di consistenza gelatinosa, detto Mesoglea; la colonna, che ha un diametro di 2 / 3 mm, è sormontata dal disco orale che, con un diametro sino a 10 mm, è molto più grande della colonna stessa; al centro del disco orale si apre un piccolo stoma, ovale e leggermente rialzato, che mette in comunicazione con la cavità gastrovascolare interna, detta Celenteron, suddivisa in sei camere radiali; il disco orale è circondato da una corona formata da un numero multiplo di sei di piccoli tentacoli urticanti.
La colonia è formata da un gran numero di polipi, connessi tra di loro alla loro base da un tessuto molle, fibroso, che mette in comunicazione tutte le cavità gastrovascolari dei singoli polipi, detto Cenenchima; il cenenchima, a differenza del Cenosarco delle Scleractinia e di altri esacoralli, non produce lo strato di materiale scheletrico poroso, detto Cenosteo che rafforza la colonia stessa; per questo motivo è molto sottile e delicato, tanto che singoli polipi o grumi di polipi si staccano facilmente se le colonie vengono trattate maldestramente.
Le colonie si formano nelle zone della barriera corallina interessate dai movimenti di marea e spesso rimangono emerse durante la bassa marea; il colore varia dal grigio verde al verde bottiglia sino al viola scuro; il disco orale e la parte superiore dei tentacoli sono di un color rosa; sotto una luce attinica si evidenziano riflessi metallici dovuti, molto probabilmente, alle sostanze di protezione dai raggi UV; questi riflessi si mantengono soltanto se la colonia viene tenuta sotto una luce di tipo HQI.
La formazione della colonia avviene principalmente per gemmazione e quindi, ogni individuo è geneticamente identico agli altri; un singolo polipo forma alla sua base 3-5 polipi secondari ogni 4-6 settimane, cosicchè, anche in acquario, ben presto si sviluppano vaste colonie incrostanti.
Le colonie di Zoanthus vietnamensis apprezzano un movimento dell'acqua variabile e temporaneamente intenso, ottenuto con l'uso delle Pompe di Movimento e di un apposito programmatore.
Il polipo dello Zoanthus vietnamensis contiene nel suo interno alcune alghe zooxantelle in simbiosi che gli forniscono parte del nutrimento, occorre però integrare la dieta della colonia con una regolare somministrazione di finissimo plancton, surgelato o Liofilizzato, fatto rinvenire in un poco di acqua dell'acquario o di un frullato di polpa di cozza; il cibo deve essere spruzzato con un'apposita siringa sulla colonia quando sono estroflessi i tentacoli dei polipi.
Il Zooxanthella, è un genere di microscopiche alghe unicellulari, comunemente denominate zooxantelle, che vivono in simbiosi con i polipi degli Zoantharia e con altre specie di invertebrati marini (Acropora, Alcyoniidae, Lobophylliidae, Merulinidae, Pocilloporidae, Tridacna); esse, come tutti gli organismi vegetali, assorbono l'anidride carbonica ed i sali minerali e, grazie alla luce solare, li trasformano in numerose sostanze nutritive che vengono successivamente cedute all'organismo che le ospita.
Antozoo molto robusto, presente nelle zone di marea, non ha particolari esigenze per quanto riguarda i valori chimici e fisici dell'acqua che deve essere solo ben ossigenata e filtrata, meglio se tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno quattro volte la capacità dell'acquario; per mantenere i nostri ospiti in perfetta salute è meglio effettuare regolari trattamenti con un Ozonizzatore di adeguata portata, meglio se effettuati all'interno di un'apposito Schiumatoio, che contribuisce inoltre a ridurre l'accumulo di fosfati e nitrati prodotto dai batteri aerobici del filtro.
E' molto consigliabile preparare l'acqua dell'acquario con Sali Marini sintetici di ottima qualità, il costo superiore verrà ammortizzato in poco tempo, effettuare abbondanti cambi parziali, preceduti da un'accurata sifonatura del fondo, ed aggiunte settimanali di Oligoelementi e Bioelementi.
Per tutti questi motivi non dovrebbe mai mancare nell'acquario di invertebrati del principiante alle sue prime esperienze, ma anche in quello di un più esperto acquariofilo.

Zoanthus Gigantus

Zoanthus Sansabaricus

Zoanthus Sociatus

Abudefduf Vaigiensis

Chromis Viridis

Chrysiptera Caeruleolineata
Indice degli Invertebrati Marini Tropicali
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster