INVERTEBRATI
MARINI TROPICALI


Nomenclatura binomiale
Chromodoris magnifica
Doris magnifica
Nome comune
Nudibranco striato
Striped sea slug
Dimensione
Massima in natura 70 mm
In acquario 35 / 45 mm
Valori dell'acqua
Temp. 24° / 27° C
Densità 1022 / 1024
PH 8,4
Allevamento e compatibilità in acquario
Splendido, colorato e molto decorativo nudibranco della famiglia dei Chromodorididae; proviene dall'Oceano Pacifico occidentale, frequentemente dall'arcipelago delle Filippine e dall'Indonesia.
Questo nudibranco ha il corpo piatto, con un mantello molto ampio ed allargato che copre quasi completamente il piede; la coda è stretta ed allungata; sul capo vi sono due rinofori piatti, dotati di funzioni tattili e chemio-recettive, che possono essere ritirati in apposite tasche sotto la pelle in caso di pericolo; nella parte posteriore del mantello vi è un ciuffo di branchie lamellari, anchìesse retrattili in un'apposita tasca.
Il colore di base del corpo e del mantello è un bianco o un celestino molto chiaro, che varia in intensità da un individuo all'altro, con il bordo di color arancio, il mantello è percorso longitudinalmente da tre bande colorate di nero o azzurro cobalto; i rinofori e le branchie sono di un color rosso acceso.
Robusto, per essere un invertebrato, è adatto all'acquario di barriera in convivenza con altri invertebrati e pesci di piccola grandezza.
Preferisce muoversi placidamente sul Reef alla ricerca del cibo, in un luogo mediamente illuminato ed interessato da una lieve corrente di acqua, ottenuta con l'uso di una apposita Pompa di Movimento.
In natura, si nutre di spugne principalmente di spugne rosse del genere Acarnus, Esperiopsis, Ophlitaspongia che raccoglie sulle madrepore; in un acquario molto colonizzato riesce a trovare sufficienti esemplari di cui nutrirsi, forse accetta anche cibo artificiale; comunque non è molto longevo in acquario e, probabilmente, neanche in natura.
Nudibranco robusto e facile ad acclimatarsi, non ha particolari esigenze, rispetto agli altri invertebrati, per quanto riguarda i valori chimici e fisici dell'acqua, che deve essere solo ben ossigenata e filtrata, meglio se tramite un Filtro Esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno quattro volte la capacità dell'acquario.
E' sempre meglio preparare l'acqua dell'acquario con appositi Sali Marini sintetici di ottima qualità; il prezzo superiore verrà in breve tempo ammortizzato.
Per mantenere i nostri ospiti in perfette condizioni è sempre meglio effettuare cambi parziali dell'acqua, preceduti da una sifonatura del fondo, regolari trattamenti con un Ozonizzatore di adeguata portata, meglio se realizzati all'interno di un'apposito Schiumatoio, che aiuta a ridurre la naturale produzione di fosfati e nitrati effettuata dai batteri aerobici; sono anche consigliate aggiunte regolari di Oligoelementi e Bioelementi.
Per tutti questi motivi è consigliabile per l'acquario di invertebrati del principiante.

Baeolidia Moebii

Caloria Indica

Goniobranchus Leopardus

Acanthurus Leucosternon

Amphiprion Melanopus

Oxymonacanthus Halli
Indice degli Invertebrati Marini Tropicali
Privacy Police
© 2000 - 2021 Claudio Dionisi
@ Webmaster